Botteghe storiche


Nel novembre 2013, Pippo e Orlando Bellini, i “Bellini brothers”, assieme agli amici di sempre, tra un brindisi ed un amarcord, durante un affollato happy hour hanno festeggiato il cinquantesimo anno di attività del loro bar.

Leggi tutto »

Gerolamo Biassoni, dopo aver acquisito una buona esperienza da elettricista nella “Azienda Orobica”, la società che gestiva nei primi anni del ‘900 la rete elettrica municipale, decise di mettersi in proprio e di aprire un negozio in via Milano 6 (la attuale via Padova 279) nella casa che tutti i crescenzaghesi conoscevano come la “Cort […]

Leggi tutto »

Pietro (Piero) Sibella iniziava la sua attività nel negozio di via Padova 201 nel lontano 1956.

Leggi tutto »

Quelle che sicuramente non mancavano in via San Mamete, nel secondo dopoguerra, erano le osterie.

Leggi tutto »

A partire dagli anni ’40 e sino agli anni ’70, al civico 12 di via S. Mamete c’era una latteria gestita dal signor Ottavio Villa e dalla moglie Rosetta Fedestini. La latteria si trovava esattamente nei locali oggi occupati dall’Hotel Convertini. La scióra Rosetta era famosa nel circondario, soprattutto tra i bambini, perché oltre a […]

Leggi tutto »

Nella prima metà dello scorso secolo, nella cascina Faipò di via Magistretti 5 c’era un’osteria. Nel 1930, Bartolomeo Albanese e Lucia Calefato, dal loro paese natale, Trani, vennero a Milano e presero in gestione l’osteria. La cascina Faipò era del comm. Angelo Galimberti, che era proprietario anche di altri caseggiati e terreni nella zona. La cascina […]

Leggi tutto »

La trattoria dell’OMBRA è uno dei locali storici più antichi di Crescenzago, in attività da quasi un secolo.

Leggi tutto »

Nel 1945, dove ora c’è il palazzo di via Padova 312, c’era un cortile che i crescenzaghesi chiamavano “La cassina del Locatell”; in quella corte, nel primo dopoguerra inizia la sua attività Angelo Pizzigoni.

Leggi tutto »

Le vicende che portarono alla nascita della carrozzeria Benadir sono veramente singolari ed ebbero origine durante l’ultimo conflitto mondiale sulle lontane coste somale.

Leggi tutto »

E’ passato oltre un secolo da quando i Bresciani, specializzati nella lavorazione del ferro, hanno iniziato la loro attività nel borgo di Crescenzago.

Leggi tutto »

A metà dello scorso secolo lungo via Padova, in poco più di un chilometro, c’erano ben 3 negozi di calzature gestiti dai fratelli Balsamo.

Leggi tutto »

In via Padova, in prossimità del ponte sul Naviglio della Martesana, nell’area ove ora c’è la fontana e la pensilina della fermata della linea 56,  e prima ancora un vespasiano, c’era un negozio che vendeva cappelli e ombrelli condotto dalla famiglia Ottolini.

Leggi tutto »

La trattoria Novelli di via Padova 344 è in attività alla frazione “Tre Case” di Crescenzago da oltre un secolo, ormai tre generazioni della famiglia si sono avvicendate alla conduzione.

Leggi tutto »

Il negozio della famiglia Cattaneo in via Padova 283, nella prima metà dello scorso secolo era sicuramente il negozio di frutta e verdure più rifornito di Crescenzago. Pochi crescenzaghesi però sapevano che quello era il negozio dei Cattaneo, per tutti quello era “el negozi del Ghia”.

Leggi tutto »

Nel 2001, dopo quasi un secolo, ha chiuso per sempre uno dei negozi storici di Crescenzago “la merceria Ciappa nient” della famiglia Brambilla in via Adriano. L’attività fu avviata da Enrico Brambilla negli ultimi anni del 1800.

Leggi tutto »

Oggi al civico 23 di via Perticari le serrande dei negozi sono chiuse ed arrugginite, fino a qualche tempo fa c’era un ristorante cinese, ma sino agli anni ’60 c’era la rivendita di legno e carbone dei fratelli Rizzardi.

Leggi tutto »

Sono ormai 60 anni che la famiglia di Lucia Gambini lava e smacchia i vestiti a Crescenzago.

Leggi tutto »

Sotto le sue forbici sono passate 3 generazioni di clienti, sono ormai quasi quarant’anni che Antonio taglia capelli nel suo negozio di barbiere di via Arici 1.

Leggi tutto »

Nella seconda metà dell’ottocento era attiva la fucina del fabbro Carlo Merati lungo via Padova vicino al ponte sul Naviglio.

Leggi tutto »

Il Bar ARTURO è in via Paruta 56, una traversa di via Arici, fino al 1923, quando Crescenzago era un Comune autonomo, l’indirizzo era via Leonardo da Vinci 35.

Leggi tutto »

error: Per copiare il contenuto della pagina scrivete all\'autore.