Numero 5: Piazzale Loreto Due secoli di storia


Pagine: 110
dimensioni 16,8 x 24
rilegato in brossura


Piazzale Loreto ha compiuto da poco i 200 anni dalla sua inaugurazione, ma l’origine del suo toponimo ci fa risalire alla seconda metà del ‘500 ed agli inizi del ‘600: San Carlo Borromeo, la Chiesetta dedicata alla Madonna, le due grandi pestilenze di Milano, Alessandro Manzoni, la Monaca di Monza… La prima parte del Quaderno è dedicata alle antiche origini e serve a ricordare un periodo importante della storia milanese, quasi a nobilitare il “Rondò di Loreto”, oggi spersonalizzato e divenuto simbolo di traffico caotico, di stress e di edilizia disordinata e disomogenea. Nel seguito, è illustrata la storia e l’evoluzione del “Rondò”, dal Lombardo-Veneto ai nostri giorni, passando anche attraverso le tragedie che hanno caratterizzato gli ultimi anni della seconda guerra: da campagna a città, poi a metropoli e ombelico dei trasporti e del commercio. Viene sviluppata la storia dei luoghi più importanti del piazzale da un punto di vista urbanistico, storico e di cronaca cittadina, con il supporto di mappe, cartoline dell’epoca, fotografie e documenti. Su Piazzale Loreto sono state effettuate numerose ricerche in vari campi, sono stati scritti numerosi libri ed articoli. Non sono rimasti “spazi vuoti”, ci limiteremo doverosamente a trattare per sommi capi gli avvenimenti più importanti: l’obiettivo di questo Quaderno non è quello di ripetere e soffermarsi sul “dejà vù”, bensì quello di ricordare fatti, storie, curiosità meno conosciute, inquadrando il tutto in una cornice unitaria. Da tanti anni sono stati proposti progetti di restyling della piazza e del quartiere annesso, con l’obiettivo di riportare a dimensione “umana” questo coacervo di strade trafficate e di recuperare un senso estetico smarrito nel tempo. Ci sono progetti e ci sono già realtà in movimento, un piccolo ma tangibile segnale per una significativa rinascita di questo luogo croce/delizia dei milanesi e delle migliaia di persone che vi transitano quotidianamente, guardandosi bene dal fermarsi….

QUADERNO 4

QUADERNO 4

QUADERNO 4

Autori

Renato Bont

Renato Bont, nato e vissuto in viale Monza, una vita a restaurare orologi antichi. Grande appassionato della storia dei quartieri della zona nordorientale di Milano: Turro, Greco, Gorla, Precotto e Crescenzago. Ha raccolto, negli anni, moltissimi documenti di questi ex-comuni, creando l'Archivio Storico Bont.

Fernando Ornaghi

Fernando Ornaghi, un passato da ricercatore farmaceutico, nato a Cascina Gobba, ha dedicato al proprio territorio numerose ricerche storiche. Ha creato il sito internet www.lagobba.it dove ha raccolto suggestive immagini e preziose memorie del passato di Cascina Gobba, Crescenzago e Milano.

Giorgio Toscani

Giorgio Toscani, milanese di Crescenzago, nato il località Tre Case, appassionato di fotografia, si è dedicato con i suoi scatti negli anni alla documentazione del territorio, nonché alla catalogazione iconografica e alla raccolta di testimonianze degli abitanti di Crecenzago.


Gli autori ringraziano per la collaborazione:
Lina Barbato e Andrea Ornaghi

Per informazioni scrivere a info@lagobba.it